BRUNO CIAPPONI LANDI
Ricerca nel sito:
 
PUBBLICAZIONI E PRESENTAZIONI

Anno 2018 2017  2016  2015  2014  2013  2012  2011  2010  2009  2008  2007  2006  2005  2004  2003  2002  2001  2000  1999  1998  1997  1996  1995  1994  1993  1992  1991  1990  1989  1988  1987  1986  1984  1983  1982  1981  1980  1979  1977  1976  1975  1971  1968 


2018 - Pubblicazioni
 
Un'alta onda sonora. La stele mai uguale, in "La provincia settimanale" 14.04.2018, CIAPPONI LANDI Bruno, , 2018, p.
 
Leggi tutto

Il centenario: due sacerdoti attivi nella Resistenza in "Centro valle" e in "La provincia settimanale" 21.04.2018, CIAPPONI LANDI Bruno, , 2018, p.
 
Leggi tutto

Speciale manifestazione provinciale. 73° della Liberazione Sondrio 25 Aprile 2018, inserto in "Centro valle" e "La provincia settimanale" 21.04.2018, CIAPPONI LANDI Bruno e Fausta MESSA [a cura], , 2018, p.

Il ricordo. Sensibilità umana ed artistica. Addio a Lydia Silvestri in "La provincia" 21.01.2018, CIAPPONI LANDI Bruno, , 2018, p.
 
   Leggi l'allegato

Il geniale tramite tra la realtà locale e il mondo dell'arte. Addio a Lydia SIlvestri ... in , CIAPPONI LANDI Bruno, , 2018, p.
 
   Leggi l'allegato
 
Leggi tutto

Che bello, questa volta ho sbagliato previsione in , CIAPPONI LANDI Bruno, , 2018, p.
 
   Leggi l'allegato
 
Leggi tutto

Ricordi di via Fracaiolo in "i Regiùr de Valtelina" n.1 - gennaio 2018, CIAPPONI LANDI Bruno, , 2018, p.
 
Leggi tutto

Enorme acume, enorme umanità, don Giuseppe Carozzi ...in "La provincia" sett. 24 marzo 2018, CIAPPONI LANDI Bruno, , 2018, p.
 
   Leggi l'allegato
 
Leggi tutto

Commento. Bettini, il libro sul Rosselli e quel "processo" da evitare, CIAPPONI LANDI Bruno, , 2018, p.
 
   Leggi l'allegato
 
----------
 
Del suo libro sul Rosselli Giovanni Bettini me ne aveva parlato a Sondalo dove lo ero andato a trovare nei giorni del suo ricovero ospedaliero. Avevo apprezzato questo suo impegno per documentare una delle pagine più significative dell’organizzazione culturale spontanea del Novecento in provincia. Non l’unica certo, ma la più significativa, sia per il tentativo di operare insieme, al di sopra delle severe divisioni partitiche, sia perché promossa e sostenuta da un uomo della resistenza, il comandante Gek (l’ing. Federigo Giordano), di sinistra, ma anticomunista, che credeva nel dialogo culturale fra le ideologie come mezzo per il superamento degli steccati di allora, all’insegna delle libertà costituzionali conquistate. Era anche il tempo felice delle speranze sollevate dal Concilio. Nel Rosselli furono impegnate le forze migliori dei vari fronti (il prof. Luigi Livieri, l’on. Libero Della Briotta, il giudice Paride Rombi, gli ex partigiani Angelo Ponti, Teresio Gola, Vito Chiravallotti, Gìulio Spini, il prof. Giorgio Scaramellini e, più tardi, padre Camillo De Piaz), che impostarono l’attività con coraggio ed equilibrio. Dopo una intensa serie di incontri e conferenze sopraggiunse un fisiologico indebolimento nel quale finì per prendere il sopravvento l’interesse per i nuovi fermenti politici studenteschi e giovanili connessi con il ’68. Magna pars organizzativa, di riconosciuta bravura (ma non solo) di questa seconda vita del Rosselli, fu Donata Giacomelli, che assicurò la sopravvivenza del centro garantendone l’attività e la fruizione, soprattutto ai giovani. Di questo nuovo corso documentato nel fondo Centro Rosselli presso l’archivio dell’Istituto sondriese per la storia della resistenza e dell’età contemporanea, si è occupato Giovanni Bettini nel suo libro presentato recentemente a Sondrio. All’autore è parso importante unire al suo puntuale resoconto delle attività, pur già da lui contestualizzate, due testimonianze. Le ha chieste, ovviamente alla Giacomelli e all’amica Maria Bocchio e le ha pubblicate a conclusione del suo lavoro. La lettera della Giacomelli tocca, ahimè, un ex tabù: il sesso (per il vero notoriamente praticato con una certa libertà dai novatori di allora con tanto di invidia da parte nostra). Ad una testimonianza personale diretta, Donata aggiunge (incautamente?) l’ipotesi del tutto probabile che lo volesse praticare con lei un suo assiduo frequentatore di allora. Il tono della lettera, scritta in una prosa brillante e ironica è un eccellente documento di vita che offre un quadro di ambiente di interesse storico quanto sociologico e, pur fatto salvo il diritto di chi si vuole sentire offeso, non dovrebbe proprio offendere nessuno. I veli che sembra scoprire, semmai ci sono stati, sono stati sollevati da tempo. Stupore, disappunto e delusione mi sono cadute addosso al mio arrivo in sala, sentendo le dichiarazioni di scuse dell’amico Giovanni, evidentemente, costretto a promettere riparazione per il torto inflitto, suppongo di lesa verginità ritrovata, ad alcuni un tempo impavidi sessantottini, oggi implacabili accusatori. Ecco perché ho concluso il mio intervento affermando che la storia di Giovanni Bettini e il suo impegno, avrebbe meritato che gli fosse risparmiata l’umiliazione che, a più d’uno di noi a richiamato alla mente un desolante processo di stile stalinista-maoista. Registro questo episodio, senza alcuna soddisfazione, come una periferica componente di quella fisiologica dissoluzione di una sinistra incapace di guardare oltre e di evitare l’autodistruzione, di cui è stata offerta ampia testimonianza in sede nazionale. Mi aspettavo di meglio da amici – fra l’altro intelligenti- che ho guardato con interesse, persino emulativo, quando la libertà (per qualcuno anche oltre) era la loro bandiera.
 

Villa di Tirano. Motta in festa per don Armando, prete da 55 anni, in "Il settimanale della diocesi" del 22.3.2018 p. 29, BCL [CIAPPONI LANDI Bruno], , 2018, p.
 
   Leggi l'allegato
 
Leggi tutto

Il centenario: due sacerdoti attivi nella Resistenza in "Centro valle" e in "La provincia settimanale" 21.04.2018, CIAPPONI LANDI Bruno, , 2018, p.

Camillo De Piaz frate dei Servi di Maria 1918-2010 nel centenario della nascita, CIAPPONI LANDI Bruno, , Sondrio 2018, p. 6

Quando Sondrio mi era sembrata la città delle suore in , CIAPPONI LANDI Bruno, , 2018, p.
 
   Leggi l'allegato
 
Leggi tutto

Il regista scomparso e l'amicizia con padre Camillo De Piaz. "Io 'servo di scena' per Olmi. Ogni volta un vero orgoglio" in "La provincia" 9.5.2018, CIAPPONI LANDI Bruno, , 2018, p.
 
   Leggi l'allegato
 
Leggi tutto

Notizie varie, da p.353 a p.356 in , bcl [CIAPPONI LANDI Bruno], , 2018, p.
 
   Leggi l'allegato

Gli Zapèi d' Avriga, la secolare via di comunicazione Valtellina-Valcamonica, CIAPPONI LANDI Bruno, a cura, Società Storica Valtellinese, , Sondrio 2018, p. 4
 
   Leggi l'allegato
 
Leggi tutto

Donne in armi legate alla valle in , CIAPPONI LANDI Bruno, , 2018, p.
 
   Leggi l'allegato
 
Leggi tutto



Anno  2018 2017  2016  2015  2014  2013  2012  2011  2010  2009  2008  2007  2006  2005  2004  2003  2002  2001  2000  1999  1998  1997  1996  1995  1994  1993  1992  1991  1990  1989  1988  1987  1986  1984  1983  1982  1981  1980  1979  1977  1976  1975  1971  1968 
  Biografia | Attività | Pubblicazioni e presentazioni | Blog | Associazioni ed enti | Persone e cose | Link | Contatti
Privacy policy | Cookies policy
 
  BRUNO CIAPPONI LANDI  
Smartware